Torna alla Homepage
CONTATTACI - LINK UTILI
Iscriviti alla Newsletter: ISC CANC Privacy
Gio 23 Novembre 2017
Nel Web Nel Sito
INTERPRETAZIONE DEI SOGNI
BONSAI
COMUNICAZIONE NON VERBALE
IRIDOLOGIA
Danza del ventre DANZA DEL VENTRE
RICETTE
PROGRAMMAZIONE NEURO LINGUISTICA
RIFLESSOLOGIA PLANTARE
ASTROLOGIA
SPIRITUALITÀ
NEUROBICA
SCIAMANESIMO
MANDALA
REIKI COSMICO
Shiatsu SHIATSU
Odontoiatria ODONTOIATRIA

NOTIZIE SUL MONDO DEL NATURALE
VACCINI
CONTO ENERGIA
TOSSICITA' PIANTE MEDICINALI
AGRICOLTURA BIOLOGICA
TAROCCHI
PILATES
COSTELLAZIONI FAMILIARI
PSICOMAGIA
LIBRI SULLE CURE NATURALI
MIOPIA
INTEGRATORI NATURALI
AGENDE 2007
MUSICA NEW AGE
DETERSIVI ECOLOGICI
BENESSERE E FITNESS
MACROBIOTICA
EUBIOTICA
TISANE
ARTICOLI
PIADINA ROMAGNOLA
FORMAGGIO E PANE
ARTICOLI VARI
CHAKRA
COCCOLOTERAPIA
CRISTALLOTERAPIA
CROMOTERAPIA
ENNEAGRAMMA
FLORITERAPIA
GEMMOTERAPIA
IRIDOLOGIA
OLIGOTERAPIA
REBIRTHING
RESPIRO DEL TANTRA
TINTURE MADRE E SOLUZIONI IDROALCOLICHE SPAGYRICHE
sagre in Romagna SAGRE IN ROMAGNA
sagre in Emilia SAGRE IN EMILIA
hotel cesenatico HOTEL CESENATICO
hotel cattolica HOTEL CATTOLICA
hotel lidi ravennati HOTEL LIDI RAVENNATI
Hotel Milano Marittima HOTEL MILANO MARITTIMA
Hotel Rivazzurra HOTEL RIVAZZURRA
Hotel Pinarella HOTEL PINARELLA
Hotel Cervia HOTEL CERVIA
Hotel Forlì HOTEL FORLI'
Hotel Gabicce HOTEL GABICCE
Hotel Cesena HOTEL CESENA
Hotel Gatteo Mare HOTEL GATTEO MARE
Hotel Benessere HOTEL BENESSERE
Alberghi Ecologici ALBERGHI ECOLOGICI
Hotel Pesaro HOTEL PESARO

 

 


  LA FAME NERVOSA

Molte volte si sente parlare di fame nervosa. Si tratta di un problema che conoscono molto bene le persone che non riescono a smettere di mangiare o che, se smettono, dopo poco sono costrette a ricominciare. Molte volte si sente parlare di fame nervosa. Si tratta di un problema che conoscono molto bene le persone che non riescono a smettere di mangiare o che, se smettono, dopo poco sono costrette a ricominciare. Non si tratta di una patologia e neppure di grandi quantitativi di cibo, ma tant'è che a molti capita di smangiucchiare in continuazione e a poco a poco possono arrivare all'esagerazione, con tutti i guai che ne derivano. Si sa che ciò che si mangia in questo modo è inutile, che non può rispondere a una reale necessità fisiologica, ma ciò nonostante si manifesta con una sorta di impulso a cui non si può resistere. Dopo, quando si è placata questa cosiddetta fame nervosa, ci sono i sensi di colpa che intristiscono e avviliscono chi non l'ha contrastata. I motivi per cui si agisce in questo modo sono tanti e talvolta c'è la concomitanza di un sacco di fattori. Si può trattare di pura e semplice gola, oppure di un problema psicologico o di un'abitudine comportamentale, ma quello di cui voglio parlare è l'aspetto prettamente alimentare e metabolico. Esiste una dipendenza dal cibo? Ci può essere una necessità imposta da ciò che mangiamo? Possono avere importanza le nostre scelte? Per certi versi sì e vediamo come. La giornata alimentare tipo di alcune persone è costituita da una colazione con latte o caffè e fette biscottate con o senza marmellata oppure biscotti o cereali da colazione o brioche; segue un pranzo con un primo piatto di pasta o di riso (in alternativa panino o pizza); dei cracker o succo di frutta a merenda, quando si fa; negli intervalli ci possono stare dei caffè. A cena un po' di tutto. Queste persone sono candidate a essere affamate durante la giornata perché la loro alimentazione è costituita prevalentemente, se non totalmente, da carboidrati che "alimentano" la fame. Sembra incredibile, eppure questi carboidrati sono dei forti induttori di secrezione insulinica, per cui, anche se accompagnati da qualche altro alimento, generano loro stessi fame per la caduta glicemica che inducono. Quando l'organismo ha pochi zuccheri nel sangue, cioè è in ipoglicemia, sente la necessità di mangiare o di "tirarsi su", magari con un caffè che, oltre allo zucchero o al dolcificante, ha la caffeina, i cui cataboliti innalzano la glicemia. Purtroppo però, dopo poco, ci si ritrova nuovamente nella stessa condizione di prima e si percepisce il tipico disagio da ipoglicemia che necessita di essere risolto al più presto perché al cervello non arrivano i rifornimenti adeguati di zuccheri. Quindi, su suo ordine, si ricomincia a mangiare e proprio quei carboidrati che velocemente rialzano gli zuccheri nel sangue, ma che poi fanno ricadere nuovamente la glicemia. E via, si ricomincia da capo. Più che di fame nervosa, quindi, si tratta a parer mio di pura e semplice fame metabolica indotta dai cibi che si sono mangiati durante la giornata.

fonte: www.enrzona.it


SERATA GRATUITA ALIMENTAZIONE NATURALE E DIETA 4SSERATA GRATUITA ALIMENTAZIONE NATURALE E DIETA 4S
SERATA GRATUITA "RIMEDI NATURALI PER LA TIROIDE"SERATA GRATUITA "RIMEDI NATURALI PER LA TIROIDE"
ALTRI CORSI
HERBOPLANET  (CERCASI AGENTI DI ZONA)HERBOPLANET (CERCASI AGENTI DI ZONA)
ALTRE MANIFESTAZIONI
Realizzazione Siti Internet Fai di Vitanaturale la tua Homepage
   @ Copyright 2004              Media Consulting SaS
Gli autori declinano ogni responsabilità per danni a terzi derivanti da uso improprio o illegale delle informazioni riportate o da errori relativi al loro contenuto.